influencer marketing o marketing d'influenza

il lavoro piu' ricercato oggi dai giovani millennials. cos'e' veramente? chi può pensare di farlo in modo serio e remunerativo? l'articolo lo spiega

prec Succ.

 

L'influencer marketing è un termine utilizzato come titolo, relativo all'attività della persona, ma può essere tradotto come attività di marketing d'influenza, è il lavoro più ricercato oggi dai giovani millennials.

 

Cos'è veramente il lavoro d'influencer marketing?

Chi può pensare di farlo in modo serio e remunerativo?

 

Nello steriotipo collettivo è un lavoro affascinante, perchè un tipo di lavoro dove si guadagna senza fare nulla o quasi nulla. Un pò come quello di voler fare il calciatore, l'attrice e la cantante.

Ad accrescere questa convinzione è l'ascesa di giovani (età tra 10-25 anni) praticamente sconosciuti, che nel giro di poco tempo (6 mesi - 2 anni) hanno raggiunto una tale notorietà, da scrivere libri ed avere fans come se fosse un Best Sellers, apparie in programmi televisivi e radiofonici come se fossero artisti navigati. Sono stati utilizzati come testimonials in spot publicitari e comparse in canzoni e film. Oggi alcuni di loro sono anche delle Star affermate che lavorano in programmi televisivi e sono degli attori affermati.

Ma tutto questo è stato il risultato di un successo inaspettato, quasi fortuito (almeno all'inizio) di attività intraprese sui canali social come: Youtube, Facebook, Twitter, Instagram ecc.

Per capire cos'è l'influencer Marketing, dobbiamo fare un leggero passo indietro e capire un concetto universale del Marketing.

Al Marketer, cioè l'operatore del marketing non interessa chi sei, come la pensi, ma solo quanto puoi produrre ingaggi, interessi o più semplicemente detto coinvolgimento. Nel Marketing sentirai spesso il termine engagement. Chi fa marketing non giudica la vita e la condotta di chi coinvolge persone, ma verifica quanto questo si avvicina al target o pubblico a cui vuole proporre i suoi servizi o prodotti.

Per cui l'Influencer può definirsi tale solo se produce engagement.

Questo avviene anche nelle campagne politiche, il candidato è tale, non per le sue idee che siano belle o brutte, ma solo se le Sue idee, la sua presenza e la sua comunicazione producono engagement. Più produce engagement è più è ricercato dai partiti per essere il loro referente rappresentantivo.

Ne più ne meno avviene nel Marketing, è solo una questione di numeri. 

E' importante capire che non ci stiamo riferendo ai soli Followers (seguaci), perchè si è capito che è un numero a se stante, quasi inutile se preso come valore unico, non significa nulla avere tanti seguaci.

E' ovvio che più seguaci hai e più potenziale puoi avere, ma Il valore veramente importante è quanto questo influencer coinvolge i suoi seguaci e non solo, sì perche anche i non seguaci possono essere comunque coinvolti.

L'engagement lo vedi quando ad ogni post/articolo, si produce un brulichio di commenti, positivi o negativi, accompagnati dai like o similari e condivisioni.

Tutto questo viene tradotto in BuzZ (ronzio) un termine inglese per definire il rumore che si produce intorno alla singola attività dell'influencer.

All'inizio tutto questo può avvenire per motivi diversi, spesso incontrollati e fortuiti solo perchè si è se stessi. Per aver detto o fatto qualcosa, per aver commentato o pubblicato un video o una foto.

Ma se vuoi farlo in modo metodico che produca sempre o quasi lo stesso Buzz, allora ci si accorge che diventa un vero  lavoro, non proprio semplice e spensierato. Con questo mi accingo a rispondera la seconda domanda di cui sopra.

Se pensavi di farlo a tempo libero, lascia perdere!

L'influencer come tutti i lavori indipendenti richede di lavorare anche 18 ore al giorno, si perchè capita di non dormire letteralmente per finire un lavoro.

Inoltre il lavoro di produzione di un post o articolo, che sia un video o una foto accompagnati da testi, spesso richiede un lavoro di pre produzione, che non si limita a scattare foto o girare video, ma si realizzano dei veri storyboard (termine tecnico per definire la scaletta delle riprese, con sceneggiatura e scenografia). Spesso questo si traduce in un lavoro di team, dove più persone realizzano un lavoro congiunto.

Tutto questo per duplicare e mantenere nel tempo l'engagement. Si perchè altra attività e preoccupazione dell'inflencer è crescere o per lo meno mantere, il livello di engagement.

Un pò come fanno le televisioni e le radio. Per poter mantenere il livello di sponsors paganti, è necessario verificare che i programmi che vengono prodotti siano visti o ascoltati dalla gente, altrimenti lo sponsor potrebbe declinare il suo contratto, per insufficienza di pubblico.

L'influencer deve quindi preoccuparsi di mantenere sempre alto l'interesse, per questo spesso di diventa schiavi del proprio pubblico al punto di fare e dire cose anche criticabili pur di mantenere alto l'odiens.

 

Come per tutti i lavori, ne emerge una nota amara!

Dobbiamo imparare a vedere oltre le apparenze e capire che dietro al successo, qualunque esso sia c'è sempre tanto sforzo e sacrificio. La vita c'insegna che ci sono le eccezioni, ma queste non fanno la regola, sono appunto eccezioni.

Il più grande successo che possiamo avere nella vita è fare quello che ci piace!

Quando facciamo il lavoro che ci piace, lo facciamo bene perchè lo facciamo oltre le remunerazioni economiche, perchè amiamo farlo, lo faremmo anche senza eventuale ricompensa. 

Un buon lavoro, qualunque esso sia, se fatto bene produce inevitabilmente una remunerazione economica ed il suo successo è confermato da tutti.

Hai visto un uomo abile nel suo lavoro?
Si troverà alla presenza di re,
e non di uomini comuni.
- Proverbi 22:29  (Sacre Scritture)

 

 


SPAZIO SPONSORIZZATO

SOCIAL

Se ti piace il contenuto di questa pagina, condividilo.

  • Lascia il Tuo Feedback